Con gli occhi dell’ospite…

Chi legge questo blog sa che sono un fotografo di matrimonio e conosce il mio punto di vista sul servizio fotografico di matrimoni e quello che desidero fare e realizzare con il mio lavoro, credo sia chiaro.

Quello che gli sposi pensano e le emozioni che provano sono ormai note: i feedback, le email, i commenti postati sui social spiegano molto bene questa gioia.

Ma gli ospiti, gli amici, i parenti, cosa pensano del fotografo di matrimonio, che si aggira più o meno solitario tra i banchi della chiesa e i tavoli della location?

Alle volte questi pareri vengono lasciati un po’ in secondo piano, ma anche il punto di vista degli ospiti è importante, perché anche loro “entrano” nel racconto.

Ho chiesto un po’ di pareri a mamme e papà, testimoni e amiche della sposa, ai compari dello sposo e anche a colleghi, per sentire alcuni pareri e il risultato è a volte divertente.

Mamma – Io non volevo farmi fotografare perché vengo sempre male e non mi piaccio. Nelle foto di famiglia che ci facciamo, alle feste, ho sempre una faccia tremenda. Se guardo queste foto capisco che ci vuole un bravo fotografo: alla fine mi sono persino divertita.

Papà – Per me basta che sia bella mia figlia e io sono contento. Ho visto l’album ed è bellissima: come il papà.

Testimone – È la terza amica che si sposa e io sto ancora aspettando il principe azzurro, però quando sarà, lo voglio discreto, non come quello di A. che faceva il circo per farci fare le foto.

Collega – Capita di tutto. Una nonna mi si era particolarmente affezionata e si è fatta fare le foto con tutti i nipoti, perché non li vede mai. Poi ha detto che siccome sono stato molto paziente e disponibile ci teneva a salutarmi prima che andassi, perché poi “voi fotografi uscite di scena senza che nessuno vi saluti a dovere”.

Fratello sposo – Mi piacciono i fotografi che non sono invadenti! Una volta mi è capito uno che è entrato con la macchina nel cortile della casa del mio amico e metà delle foto che gli ha fatto avevano come sfondo la sua auto con tanto di mega pubblicità sul fianco. Si è pentito tanto ad averlo scelto, ma ormai! Davvero bisogna trovare un fotografo serio altrimenti poi rimani con un lavoro fatto male a vita… e mica ti risposi.

Nipotina (6 anni)  – Quando mi sposo io vieni a fotografare anche me?

Mamma – Quando i ragazzi ci hanno raccontato dei primi appuntamenti che hanno fatto con alcuni fotografi, io mi sono seriamente spaventata dei prezzi. Quando mi sono sposata io avevo speso poco. Però sì, sono passati 37 anni. Io dicevo “Spendete poco che tanto poi l’album non lo vedete mai”. Ti ho remato contro sai? Però alla fine hanno scelto di testa loro e devo dire che per le cose belle si spende volentieri perché poi hai proprio un bel ricordo, fatto bene. Mi dispiace ammetterlo, ma per fortuna non mi hanno ascoltata.

Parroco (al momento delle firme) – si ferma e mi guarda, poi esordisce dicendo: ma?! c’è anche un fotografo? non me ne ero nemmeno accorto…

Ebbene, queste solo alcune delle frasi raccolte, ma ce ne sono moltissime altre, dai complimenti agli aneddoti, dalla zia scontenta perché ero sempre in mezzo e lei non poteva fare le foto, a quella che chiedeva all’assistente di fargli sapere quando scattava il flash così approfittava anche lei per scattare con la sua compatta. Però è chiaro che anche dagli ospiti c’è da imparare!

_dsc3796 at_2222 gp-1502 img_0215 img_2010 ra_0961

Leave a comment