Quali foto per l’album di nozze?

Tra i vari compiti del fotografo di Matrimonio c’è anche quello di preparare gli album. È da un po’ che ci penso e finalmente ho deciso di fare un po’ di ordine nelle mille idee che mi si susseguono provando a stilare un vademecum di come secondo me vanno scelte le fotografie che comporranno il vostro album di matrimonio.

inizierei con l’argomento della quantità. Quante sono le fotografie da inserire nell’album? Non credo esista una risposta secca a questa domanda. Dipende molto da come è stato organizzato il vostro matrimonio e il servizio fotografico. Direi che 70 fotografie è il minimo con cui confezionare un album che racconti il vostro giorno più bello dall’inizio alla fine. Ma dove potrebbe stare la chiave per aumentare il numero delle immagini? Sicuramente nelle attività e nella quantità di ospiti presenti al vostro matrimonio, nonché al tempo che voi e il fotografo avrete dedicato ai ritratti.

Pur sapendo che per gli sposi e la famiglia le foto di gruppo sono molto importanti, io eviterei di inserirle nell’album di matrimonio. Infatti la mia proposta è quella di realizzare un piccolo album a parte con questo tipo di immagini, tutte raccolte insieme. Eviterete così di riempire le pagine del vostro album con fotografie tutte molto simili e allo stesso tempo interrompere il racconto. Il secondo album, dedicato ai gruppi, è già compreso nel prezzo dell’album stesso. All’interno dell’album degli sposi però ci potranno essere le immagini di tutti gli ospiti fotografati durante i momenti del vostro matrimonio; come fotografo di matrimonio, mi impegno molto a far sì che tutti i vostri ospiti vengano fotografati in momenti “vivi” della vostra festa.

A questo punto consiglio di procedere in 2 fasi: quella emotiva e quella razionale. Quella emotiva ci farà selezionare moltissime immagini e saranno quelle che più ci piacciono a prescindere da qualsiasi pensiero razionale: ci piacciono perché ci piacciono! In seconda battuta procedere con il metodo razionale che ci costringe a certi paletti:

  1. con il numero di immagini che abbiamo deciso di comporre l’album dobbiamo essere in grado di raccontare tutta la storia della giornata
  2. le foto simili si “ammazzano” a vicenda, quindi 2 foto belle simili  si gustano meno di una. Se ci sono 2 o più ritratti della sposa o della coppia (o altro) che vi piacciono moltissimo, sforzatevi di tenerne uno solo. Questo ritratto verrà valorizzato potendolo stampare in un formato più grande ed evitando di disperdere l’attenzione su più immagini.
  3. Per quanto possibile, è importante alternare momenti, ritratti e dettagli per creare tensione, risoluzione e pausa nel racconto, rendendolo così scorrevole ed interessante. Questo equivale alla punteggiatura.
  4. ogni immagine deve avere un filo conduttore con  la precedente e la successiva, solo così il racconto sarà comprensibile.

Se tutto questo vi sembra complesso avete sempre l’alternativa di fidarvi del vostro fotografo e far fare la scelta a lui.

Wedding in Italy

Leave a comment