Sono un fotografo di matrimonio?

Se ti è già capitato di leggere il mio blog o visitare i miei profili sui vari social network mi avrai sicuramente identificato come fotografo di matrimoni. Ebbene sì, questo è il mio core business. Fotografo matrimoni e mi sono specializzato molto in questo settore. Ma non è l’unico settore in cui opero. Da qualche anno ho iniziato un percorso, ancora molto lento, nel settore della fotografia di ritratto. Molto lento perché le energie che spendo nella fotografia di matrimonio sono molte e riuscire a seguire due settori in modo intensivo non è semplice. Nonostante ciò, è una specialità che amo tantissimo. Il motivo principale per cui mi sono innamorato del ritratto è la sua varietà.

Noterai che uso il termine settore e non genere per definirlo poiché il ritratto non è un vero e proprio genere ma qualcosa che spazia in vari ambiti, va da cose molto semplici ad altre articolate e profonde. Il ritratto che più spesso mi viene richiesto riguarda i bambini in sala posa. Il ritratto in studio lo trovo molto indicato per una fotografia intima, dove il soggetto e il fotografo si mettono in “contatto” emotivamente tra loro così da riuscire a “comunicare” qualcosa grazie alla fotografia. Mi è piaciuto molto approcciarmi al ritratto in location. La fotografia ritrattistica in location è molto utilizzata nella pubblicità e questo spinge a trovare dei messaggi da dover comunicare. Sono talmente tante le varianti di questo genere fotografico che è davvero difficile riuscire a descriverlo in poche parole. Anche le sessioni di coppia, sia nei matrimoni che in altri tipi di sessioni fanno parte della ritrattistica e sfruttano un’altro dei linguaggi possibili. La cosa più importante quando si fotografa delle persone, e si fanno quindi dei ritratti, è che al fotografo “interessi” per davvero delle persone…gcf_0128

Prima Comunione Anastasia

gc1_0016 gc1_7943-2 gc1_9398 img_5976-modifica img_9955 tauca

Leave a comment