Strumenti o abilità?

Ricordate la storiella del fotografo di matrimonio e della cuoca? È molto diffusa nell’ambiente dei fotografi ed oggi vorrei dissertare un po’ su questo tema.

Storiella:

una sera, una coppia di amici invitano a cena il fotografo di matrimoni. Durante la serata gli chiedono di poter vedere alcuni dei suoi lavori. Con un po’ di timidezza estrae il suo tablet e gli fa vedere alcune fotografie dei suoi ultimi lavori. I commenti sono tutti entusiastici e i complimenti si sprecano. Ad un certo punto la “padrona di casa”, nonché cuoca di quella serata dice: fai delle foto fantastiche, devi avere una macchina eccezionale! Lì per lì il fotografo non commenta. A fine serata, al momento del commiato il fotografo di matrimonio ringrazia e si complimenta con la cuoca: una cena eccellente, devi avere delle ottime pentole per cucinare così bene!

Quindi, spesso agli occhi dei meno esperti è l’attrezzatura che abbiamo (corpo macchina, obiettivi, schede SD) a fare la differenza mentre la comunità dei fotografi continua a battersi perché si comprenda che conta più il fotografo che l’attrezzatura. Ecco bene, sono d’accordo sul punto di vista dei fotografi ma un po’ anche sul fatto che l’attrezzatura faccia la differenza; altrimenti non si spiegherebbe perché i fotografi spendano un sacco di soldi per comprare attrezzature sempre più buone.

Qui però si scorge un punto importante, la buona attrezzatura fa produrre fotografie migliori a chi la comprende e sa come utilizzarla. Non è sufficiente un’ottima macchina con un’eccellente ottica per fare una buona fotografia ma con una macchina scarsa anche il fotografo migliore farà fatica. Poi, che il fotografo esperto possa ottenere, anche con un attrezzatura scarsa, risultati migliori che un principiante con macchine ottime è assolutamente vero.Wedding photographer Venice Wedding_photographer_Italy_111 Wedding_Photographer_Italy_32

Leave a comment