Sempre più matrimoni senza fotografo

Bea017_600

 

Un’autorevole ricerca di mercato americana dello scorso dicembre, sulla fotografia matrimoniale, indica che oltre il 50% degli sposi pone sullo stesso piano il fotografo professionista, con lo zio o l’amico appassionato di fotografia. – cit. Tullio Tramontina CEO Graphistudio

 

Questo dato non è confortante per i fotografi, ma nemmeno per le coppie di sposi. Purtroppo quello che un fotografo professionista, con talento ed esperienza, è in grado di dare ad una coppia di sposi non è lo stesso che un improvvisato gli darà. Il professionista, anche qui vanno fatte le dovute selezioni, è in grado di prolungare il vostro sogno, le vostre emozioni e renderle magiche ogni volta che sfoglierete l’album.

Sono sempre meno convinto che i problemi della fotografia siano causati dagli abusivi e ancor meno che il dato riportato lo sia. Piuttosto sono convinto che per troppo tempo la fotografia di matrimonio abbia smesso di aggiornarsi e progredire. Ci si concentra molto sui materiali e sulle quantità (pagine, copertine, mini album per i genitori, ingrandimenti ecc ecc) e si trascura la fotografia, le emozioni, le sensazioni e i desideri dei clienti.

M&P427_600

L’amore che un fotografo nutre per la fotografia è immenso e lo porta a studiare, ricercare, guardare il mondo e cercare nelle altre arti, nella moda, nel cinema la fonte di ispirazione per andare incontro ai gusti e alle passioni dei suoi potenziali clienti. Questo non significa assecondare i gusti di tutti, ma trovare la propria nicchia di persone che hanno gusti ed interessi in comune. Può lo zio fare tutto ciò?

IMG_3258_600

La scelta tra il fotografo professionista che ama e vive della sua passione e uno con meno capacità tecniche/creative o/e irregolare che produce senza passione ha come unica discriminante il costo finale del servizio. Ma quanto valgono i vostri ricordi e le vostre emozioni? Il giorno del matrimonio viene una volta sola nella vita e non c’è possibilità di replica.

Leave a comment