Quando arriva il fotografo al matrimonio?

Se volessimo stilare una lista delle domande da porgere al fotografo di matrimonio probabilmente verrebbe fuori un volume molto spesso. Ognuno ha le sue esigenze e i suoi dubbi e il fotografo di matrimonio è sempre lieto di rispondere ai dubbi delle spose e degli sposi.

Una domanda molto interessante è proprio quella che riguarda l’orario di arrivo. Anche se molto spesso questa domanda la porgo io alla sposa piuttosto che lei a me, è un argomento di grande interesse. Si parla sempre di racconto della giornata quindi da quando si inizia a raccontare?

Non esiste una regola a questo proposito, ognuno può decidere per se gestire i tempi in base alle proprie preferenze.

Non mi sento di dare dei consigli riguardo questa decisione ma solo esprimere le mie preferenze. Per me raccontare un matrimonio non è solo scattare delle fotografie agli eventi mentre scorrono. Naturalmente il reportage rimane il fulcro del mio servizio fotografico, aggiungere delle sessioni di ritratto della sposa da sola e della coppia sono un ottimo ampliamento del racconto.

Se alla sposa piace passare del tempo davanti all’obiettivo, si potrebbe decidere di anticipare i preparativi al fine di avere qualche decina di minuti a disposizione per la sessione di ritratti boudoir. Delle sessioni boudoir ne ho già parlato in un altro articolo quindi non mi dilungo ma metto l’accento su questo momento che molto spesso non viene considerato. Il giorno del matrimonio si vive tutto troppo di fretta. Finito il trucco si indossa velocemente il vestito e sempre molto velocemente si parte verso il luogo della cerimonia. Perché non godersi questi momenti? Perché non anticipare i preparativi di 30 minuti o anche di un’ora? Vi darebbe il tempo per fare le cose con la dovuta calma e approfittare della presenza del fotografo per una sessione in intimo ed una con l’abito da sposa… quando vi ricapita?

Quindi quando facciamo arrivare il fotografo? Ad ogni sposa la sua risposta!

Leave a comment