Luci e ombre

I grandi pittori del 1600-1700 sono la grande fonte di ispirazione per il mio lavoro di fotografo di matrimonio.  Nella loro pittura le luci e le ombre sono molto importanti. Impossibile non citare Caravaggio che nella sua drammaticità sfrutta proprio questo aspetto per dare forza ai propri soggetti, così come i pittori fiamminghi tra i quali spiccano Rembrandt e Vermeer che hanno caratterizzato la loro opera con questa ricerca. Ultimamente ho imparato a conoscere anche il pittore di corte a Vienna all’epoca di Maria Teresa d’Austria, Martin Van Meytens, che non conoscevo ma che le sue opere mi hanno colpito notevolmente.

Oggi, la fotografia ci permette di sfruttare quello che loro hanno già utilizzato nelle loro opere. Sono cambiati gli strumenti, al posto della tela, i pennelli e i colori, oggi utilizziamo attrezzature fotografiche, obiettivi e pixel. La cosa che abbiamo in comune è lo studio della luce e della composizione, nonché la posa dei soggetti. Noi fotografi, naturalmente abbiamo la possibilità di fare tutto molto più velocemente rispetto ai pittori.

Secondo me, studiare le opere dei pittori porta ad una crescita, grazie alla comprensione, ma anche a tante domande; ad esempio: il pittore parte dalla luce o dall’ombra?

Tante volte a me capita di partire dall’ombra e portare la luce a “disegnare” il mio soggetto, altre invece di allontanare il soggetto dalla luce fino a portarlo al giusto bilanciamento tra luce e ombra. Proprio questo gioco da all’immagine l’effetto di tridimensionalità e rende l’atmosfera magica.

Imparare a vedere la luce migliore con cui illuminare il soggetto non è facile, richiede tempo, esperienza e anche molta passione. La luce migliore non è sempre la luce più forte, anzi, tante volte nella penombra si ottengono ottimi effetti. Come ho già parlato in un altro articolo di questo blog, anche il controluce è uno degli schemi di luce che si possono sfruttare e che molto spesso creano situazioni molto interessanti.

Lo sfruttamento del buio, ovvero delle ombre, e della luce ci permette di ottenere anche delle ottime fotografie in bianco e nero che sono la mia passione, ma di questo vi parlerò molto presto in un prossimo articolo.

Rembrandt - Self portrait 1640 Oil on Canvass 93x80cm

Rembrandt - Self portrait 1640 Oil on Canvass 93x80cm

Caravaggio - Dinner in Emmaus 1601 Oil on Canvass 141x196,2 cm

Caravaggio - Dinner in Emmaus 1601 Oil on Canvass 141x196,2 cm

Rembrandt - Europa's kidnapping 1632 Oil on Canvass

Rembrandt - Europa's kidnapping 1632 Oil on Canvass

Martin Van Meytens - Self portrait 1740

Martin Van Meytens - Self portrait 1740

Girl with a pearl earing - Jan Vermeer 1665-1666 oil on canvass 44,5x39cm

Girl with a pearl earing - Jan Vermeer 1665-1666 oil on canvass 44,5x39cm

Leave a comment