Jaque + Tommaso

Vi siete mai rivolti ad un fotografo di matrimonio per un servizio fotografico di coppia? Sapeste quante volte incontro delle persone che nel complimentarsi per i miei lavori mi dicono: se dovessi risposarmi chiamerei sicuramente te… Questo fa presumere che non ci sia altra possibilità, se non il matrimonio, per avere delle fotografie di coppia scattate dal fotografo di matrimonio che amate!

Ebbene non è così, guardate Jaque e Tommaso, prima del loro matrimonio hanno voluto dedicarsi un momento di relax, una coccola che li preparerà al loro matrimonio. Una coppia stupenda, dolcissima e delicatissima.

Abbiamo scelto il parco dei Rizzani di Pagnacco, un paese limitrofo a Udine per questo shooting. La coppia molto disponibile mi ha permesso di lavorare in modo molto rilassato.

Ho scelto di sfruttare le mie abilità di fotoreporter di matrimonio per questa sessione di ritratto. Anziché andare alla ricerca dello scatto tecnico, impostando il set con luci e pannelli, ho preferito gestire la luce naturale e lasciare la massima libertà di espressione alla coppia.

Jaque e Tommaso sono una coppia molto innamorata e la luce nei loro occhi è talmente bella che ogni scatto è un quadro.

Ho scelto di adottare una tecnica mista, digitale per il colore e analogico (pellicola) per il bianco e nero. Le fotografie in bianco e nero che vedrete qui di seguito sono delle scansioni di negativi scattati su pellicola Ilford Fp4 plus125.

Perché questa scelta? Non posso darvi una risposta razionale, è solo una questione emotiva, di cuore. La fotografia analogica sta alla fotografia digitale come il vinile sta all’MP3. Le differenze tecniche sono riconoscibili solo dagli esperti ma la “pasta” estetica ed emotiva è in grado di catturare tutti.

Da un po’ di tempo mi sto nuovamente dedicando alla fotografia in bianco e nero analogica.  Per un po’ di nostalgia e per il piacere che mi da la sua “matericità” Non credo che soppianterà il digitale che è divenuto il nuovo linguaggio della fotografia ma sono certo che sia in grado di regalare ancora molte emozioni. Fondere in un servizio i 2 linguaggi sarà sicuramente la mia proposta futura.

Leave a comment