Fotografo di matrimonio 3.0: come ti consegno le fotografie?

Ecco una delle domande che sempre faccio alle coppie di sposi: come volete che vi consegni le immagini?

Un album di fotografie stampate sarebbe la risposta più ovvia ma è la meno frequente. Anche chi desidera un album con le fotografie stampate non si accontenta di questo, vuole anche la consegna digitale.

La maggior parte dei clienti oramai chiede solo la consegna digitale ed è proprio su questo aspetto che mi vorrei soffermare.

Non abbiamo forse parlato molte volte delle difficoltà nella conservazione delle immagini digitali e dell’alto rischio di perderle?

Il fotografo di matrimonio investe qualche migliaio di euro ogni anno per il proprio archivio digitale, per essere sicuro di non perdere nulla nemmeno in caso di errori o guasti. Oggi scattiamo le fotografie con macchine fotografiche digitali che salvano contemporaneamente le immagini su 2 schede.  Per aumentare la sicurezza, nel momento dello scarico sul computer, il fotografo salva il tutto almeno su 4 supporti diversi.

Quindi la consegna digitale, che è così richiesta, è anche la meno sicura? Verrebbe da dire di sì ma teniamo conto dell’evoluzione tecnologica. Tre anni fa consegnavo le immagini digitali ad alta risoluzione su DVD. Quando consegnavo questo supporto mi raccomandavo di controllarne il buon funzionamento e di provvedere a fare dei backup poiché il supporto era veramente molto delicato. Ma vi lascio immaginare cosa subivano i DVD nel trasporto e quanto alto fosse il rischio di rotture.

Siamo poi passati alle chiavette USB, un po’ più sicure ma pur sempre a rischio di rotture e/o perdite. Questa fase è durata molto poco poiché sono arrivati i servizi cloud alla portata di tutti.

Con il servizio cloud oggi posso consegnare le immagini caricandole ad alta risoluzione su uno spazio internet riservato (avendo a disposizione una linea internet sufficientemente veloce). Questo spazio è accessibile solo da chi ha il link e non è rintracciabile con ricerche tramite i motori di ricerca. Inoltre, dal cloud, è possibile scaricare le immagini per poterle stampare o per qualsiasi altro utilizzo ma la cosa più interessante è che il cloud non è solo un contenitore di immagini ma anche un backup sicuro, sempre disponibile e inesauribile.

Oggi possiamo consegnare il tutto senza attese e complicazioni con i corrieri. Per gli amanti dell’album stampato è possibile consegnare, sempre via cloud, il progetto dell’impaginato cosicché gli sposi possano rivolgersi ad un laboratorio vicino casa loro per la stampa e la scelta delle copertine e del packaging.

Sono strumenti che liberano il fotografo, aiutano le coppie a scegliere il professionista che preferiscono per capacità tecniche e creative. Non siamo più vincolati alle stampe e agli album – con le loro enormi problematiche di consegna e relegati ormai a “cornice” del servizi – possiamo lavorare liberi da vincoli e confini… d’ora in poi potremo fotografare matrimonio in qualunque luogo del mondo e consegnare le immagini da ovunque ci troviamo… questa è la fotografia di matrimonio 3.0!

Leave a comment