Ora lo sposo può baciare la sposa

baci-fotografie-matrimonio

Uno dei momenti più fotografati è il bacio degli sposi. No, non è perchè al fotografo manchi la fantasia o la creatività, anzi, ogni bacio è qualcosa di “unico” e proprio per questo è anche una delle pose più ricercate e fotografate.

Il bacio “posato” ovvero cercato per la fotografia, permette al fotografo per matrimonio di ritrarre gli sposi in una composizione gradevole, in cui l’abito della sposa forma il famoso triangolo e lo sposo viene inglobato nella forma stessa. Poi le evoluzioni sono moltissime, dalla piega a “c” della sposa, quasi un accenno di casquè che aggiunge grazia alla posa. Poi ci sono una miriade di varianti che vengono spontaneamente agli sposi. Leggermente di lato, da dietro, al collo e via dicendo. I baci “rubati” sono quelli più interessanti, quelli che gli sposi si danno, anche in modo molto appassionato, senza alcun comando ma solo con la “passione” che li spinge a cercarsi.
Ma come dev’essere il bacio per essere fotogenico? Innanzitutto è importante che le labbra non siano a papera bensì rimangano “neutre” e come nella pronuncia della lettera “M”, poi è molto bello il momento che precede di qualche frazione di secondo il bacio stesso. In quel momento si vive il massimo pathos, il vero desiderio e nella fotografia, oltre al fattore estetico (che ne risulta notevolmente migliorato) si percepisce questo desiderio, è così che una fotografia non cattura solo un momento ma anche un’emozione. E cosa c’è di più emozionante di un bacio desiderato?

Leave a comment